Negli anni scolastici 2015-16 e 2016-17 la nostra scuola ha aderito al ‘Progetto NERD – Non è roba per donne?’   dell’Università La Sapienza in collaborazione con IBM.  Da quest’anno il progetto NERD è  stato inquadrato nell’area ‘Alternanza Scuola-Lavoro‘.

L’obiettivo è coinvolgere e indirizzare le ragazze verso la tecnologia e l’innovazione digitale, tramite la frequenza di corsi, seminari e laboratori pomeridiani nei quali  è  utilizzato AppInventor, uno strumento realizzato dal M.I.T. di Boston per programmare e progettare apps (per costruire disegni, animazioni e giochi, sensori e riconoscitori vocali, applicazioni che comunicano con il web, usare dati di altri utenti, Internet of Things, ecc..).

Al progetto ha collaborato anche BIC Lazio, una società operante in regime di “in house providing” della Regione Lazio che promuove la creazione e lo sviluppo di startup innovative attraverso la propria rete di incubatori certificati sul territorio. Alle ragazze è stato insegnato a presentare e valorizzare  i propri lavori mediante la tecnica del pitching (come comunicare un’idea in maniera efficace).

Il report conclusivo, redatto dall’Università La Sapienza, ha rilevato positivamente l’impegno e l’assiduità delle alunne nella realizzazione del proprio progetto.

I progetti sono stati valutati  dai docenti e tutor esterni sulla base della chiarezza del documento descrittivo, sulla innovatività, originalità, e complessità del codice.

Le ragazze, suddivise in squadre, hanno ottenuto i seguenti risultati:

  • La prima squadra composta da tre alunne, che hanno realizzato l’applicazione chiamata ’Il mio libretto scolastico’. Valutazione: OTTIMO
  • La seconda squadra composta da due alunne che hanno realizzato un’app chiamata ARCO DI CUPIDO. Valutazione: BUONO.
  • La terza squadra composta da tre alunne che hanno realizzato un’app chiamata ‘My Life’.  Valutazione: BUONO.

Per saperne di più